Parco di Nara - dove i Deer sono messaggeri degli Dei Anne Harrison Cervo in attesa di un mangime, Parco di Nara (c) Un HarrisonDeer in attesa di un mangime, Nara Parco (c) Un Harrison Cervo in attesa di un mangime, Parco di Nara (c) Un Harrison Le signore del cervo Non so quanti anni la signora era. Potrebbe essere stata cinquanta, ma è più probabile che lei Era cento. Lei appena raggiunse la mia spalla. La sua stalla era piena di cibo Per il cervo. Notevolmente timido, più di mille cervi (o shika) passeggiate liberamente Attraverso il parco di Nara. Fondata nel 710, Nara fu il primo capitale permanente del Giappone. (Fino ad allora, ogni nuovo L'imperatore ha stabilito un nuovo capitolo.) Conosciuto come Heijo-kyo (o cittadella di pace) Nara divenne rapidamente una delle città più belle dell'Asia, nonostante fosse capitale Per soli 74 anni. Divenne anche un importante centro per il buddismo, perché qui la Le montagne dividono il cielo e la terra, creando una casa gli dei. Per molti giapponesi, Questa zona del Giappone è sacra. Come sono i cervi, perché sono i messaggeri degli dei. La migliore mappa turistica del mondo, Nara (c) Una migliore mappa turistica di Harrisonworld, Nara (c) Un Harrison La migliore mappa turistica del mondo, Nara (c) Un Harrison Santuario in una strada locale, Nara (c) Un HarrisonShrine in una strada locale, Nara (c) Un Harrison Santuario in una strada locale, Nara (c) Un Harrison Uno dei piaceri di soggiornare per poche notti in un posto, piuttosto che Visitando per un giorno, sta avendo il tempo per scoperte impreviste. Siamo passati La notte in un ostello della gioventù, e la colazione è venuta a cortesia del vending Macchina: una varietà di spaghetti minuti piccoli aromatizzati. Un altro offerto a Gamma di caffè caldo e freddo, tutti serviti in una lattina. L'uomo alla reception Anche ci ha fatto un tè verde in una splendida vasca di ceramica. La nostra passeggiata dall'ostello di gioventù ha portato in una zona di gran parte residenziale. Vecchio Le case erano in mezzo a giardini immacolati con alberi perfettamente curati. Molti Aveva recinzioni in pietra, e vicino alla porta d'ingresso c'era spesso una statua di un badger Per buona fortuna, spesso indossando un grembiule colorato o un panciotto sciocco. Essere Estate, i fiori erano ovunque. Raggiungere Nara Mostrare la rotta e le direzioni di direzione e direzione Mostra [indicazioni stradali] con distanze in [chilometri] Un markerKyoto, Giappone - ottenere direzioni B markerOsaka, Giappone - ottenere direzioni C markerNara, Giappone - ottenere direzioni Arrivare a Nara In treno dalla stazione di Kyoto su due linee: la linea JR Nara e il Kintetsu Limited Express (entrambi sotto un'ora). Dalla stazione di Osaka Namba, la linea Kintetsu Nara dura circa 45 minuti. Entrambe le stazioni di JR Nara e Kintetsu Nara hanno uffici di informazione turistica, E sono a pochi passi dal parco di Nara Il cervo di Nara Park (c) Un Harrison Il cervo del parco di Nara (c) Un Harrison Il cervo di Nara Park (c) Un Harrison Entrammo nel parco di Nara attraverso la piccola porta Tegamon, che era letteralmente Nascosto alla fine della strada. Era come abbiamo passeggiato attraverso un parco locale; Nonostante sia l'altezza della stagione turistica, il posto sembrava vuoto. Nara Park È circa 1300 acri di parco nel centro della città; Più che sufficiente per I turisti perdono se stessi. All'interno delle sue pareti sono alcuni dei più antichi di Nara Ed edifici sacri. In pochi minuti avevamo visto il nostro primo cervo. Presto erano ovunque, alcuni Condiscendente per essere picchiato, altri che scappano via se dovessimo venire troppo vicino. Percorsi e passaggi isolati ci attirarono in tutte le direzioni. Ci sono più di Abbastanza templi per soddisfare i visitatori più ardenti; Case da tè a cui partecipare Rinfreschi, distributori automatici per bevande fredde e gelati (compreso il verde Gelato da tè), e tratti di prati ben curati accanto ai laghi per semplicemente rilassante. Abbiamo anche imbattuto in alcuni orti e qualche piccolo riso Paddies, tutti coltivati ​​dai monaci che vivono nei complessi del tempio. Scendendo Un vicolo di scale in pietra, abbiamo incontrato un gruppo di dipinti delle signore. Ovunque camminassimo, i cervi si rilassavano all'ombra, prendevano l'erba, O semplicemente vagando a piacere. Il tempio Todai-ji (c) Un Harrison Il tempio Todai-ji (c) Un Harrison Il tempio Todai-ji (c) Un Harrison Raggiungere Nirvana (c) Un HarrisonReaching Nirvana (c) Un Harrison Raggiungere Nirvana (c) Un Harrison Il complesso del tempio Todai-ji comprende il Daibutsuden (o il Buddha Hall), Sub-templi, sale e pagode. Il grande cancello sud è alto 19 metri, mentre Il tempio stesso presenta una straordinaria linea di tetto di arbusti rivolti in oro suggerimenti. All'interno del Daibutsuden è il Gran Buddha; A 16m, è reputato il Il più grande Buddha di bronzo del mondo. Cast in 752, la sua dimensione diventa evidente quando Essere puliti; Non è raro vedere quattro o cinque monaci in piedi nella Mano estesa di Buddha. La testa del Buddha risale al 1692, vittima di terremoti, incendi e guerre. In un Il pilastro di legno dietro il Buddha è un piccolo foro; Si dice chiunque possa La spremitura attraverso esso raggiungerà Nirvana. Calligrafia in un tempio, Nara (c) Una HarrisonCalligrafia in un tempio, Nara (c) A Harrison Calligrafia in un tempio, Nara (c) Un Harrison Lanterne su una veranda (c) Un HarrisonLanterns su una veranda (c) Un Harrison Lanterne su una veranda (c) Un Harrison Un grande scalone conduce dal pozzo di Sarusawa al tempio di Kofuku-ji E il tesoro. Questo complesso del tempio fu fondato nel 669, anche se molti di loro Gli edifici originari di 175 non restano più. Il tempio attuale, un cinque-storia Pagoda, è stata distrutta più volte dal fuoco; Questo edificio risale al 1462. È la seconda pagoda più alta in Giappone. La sala d'oro orientale (o Tokondo) Fu costruito nel 726 dall'imperatore Shomu (che costruì anche il Todai-ji Tempio) per accelerare il ripristino dell'imperatore Gensho. Insieme al tesoro Bodhisattva della saggezza. Ci sono anche dipinti buddisti, rotoli, calligrafia E sculture, molte date dai periodi di Nara e Heian. Lanterne che fiancano il sentiero al Grande Santuario (c) Un HarrisonLanterns che allinea la Percorso al Grande Santuario (c) Un Harrison Lanterne che fiancano il sentiero al Grande Santuario (c) Un Harrison Ci sono numerosi templi all'interno del parco, ma da non perdere è la Kasuga Grande Santuario. Questo è uno dei santuari shinto più grafici del Giappone. Originariamente costruito nel 710, è stato demolito e ricostruito un santuario identico Ogni 20 anni, in conformità con le restrizioni sciolte di purezza e rinnovamento. Il L'attuale edificio è relativamente moderno, risalente al 1863. Le passeggiate intorno al santuario sono allineate con circa 3000 pietre e bronzo lanterne. Questi sono stati donati nel corso dei secoli come segni di ringraziamento E la fede. Durante i festival di febbraio e metà agosto sono accesi; un Tempo spettacolare da visitare. È anche possibile acquistare un biglietto di carta (omikuji) con il tuo fortuna; Se sfavorevole, semplicemente legarlo ad uno degli alberi per negarlo effetti. Dietro il tempio è il Rokuen, un giardino botanico che conserva Piante giapponesi, famose per il suo glicine e la sua Homotsuden, una sala Mostrando costumi, spade e armature antiche. Il Buddha Gigante, Nara (c) Un HarrisonIl Buddha Gigante, Nara (c) Un Harrison Il Buddha Gigante, Nara (c) Un Harrison Un risone di riso per i monaci (c) Un risone di riso HarrisonA per i monaci (c) A Harrison Un risone di riso per i monaci (c) Un Harrison Il Viaggiatore Letterario Visitare Nara Park è tornare indietro nel tempo al Giappone che una volta era. Come noi Lasciato il parco, i cervi stavano usando la metropolitana per attraversare sotto la strada principale. Dall'origine di un edificio vicino abbiamo guardato indietro sul parco stesso, con La sua foresta primordiale in cui gli alberi non sono stati abbattuti per centinaia di persone anni. Sentii non solo guardare indietro nel tempo; Guardavo un mare di Tranquillità così spesso persa in questa età moderna. E ci sono i cervi. Finalmente cedemmo ai loro occhi dai fai da te, e comprarono uno Sacchetto di wafer-biscotti. Improvvisamente non erano più timidi. Essi istantaneamente Ci circondavano, chiedendo loro la loro quota, e più che pronti a farci capeggiare La parte posteriore se pensavano che stavamo tenendo su di loro. Uno aveva la temerità Avvicinarsi alla stalla alimentare; Immediatamente la minuscola vecchia signora scosse una scopa e Lo ha cacciato via. I cervi possono essere sacri, ma non ottengono un feed gratuito.

lanterne di carta lanterne di carta